Laura Canale presenta il Festival delle Geografie 2022

RLV - la radio a colori Festival delle Geografie 2022 Levanto Laura Canale

Laura Canale presenta il Festival delle Geografie 2022

Uno 'speciale' che RLV La radio a Colori ha dedicato alla prossima edizione del "Festival delle Geografie 2022" a Levanto.

Vito Monsellato ha intervistato Laura Canale, presidente dell'associazione Officine del Levante, organizzatrice della manifestazione.

Uno dei vantaggi del Festival delle geografie è rappresentato dal suo essere incastonato nella attività di Officine del levante - che lo organizza - insieme al Levanto Music Festival Amfiteatrof e Sapori e storie verticali: ciò che consente, oltre alla destagionalizzazione, il coinvolgimento di operatori del mondo del turismo e della scuola, oltre alla cooperazione con molte delle associazioni di volontariato levantesi, in particolare con Unitre Levanto e soprattutto con Regione Liguria.

Quattro sono le direttrici e linee guida del Festival 2022: didattica, geografia, geopolitica, comunità & territorio.  

Prevista la partecipazione dei presidenti delle due associazioni nazionali di geografi, cui è attribuito l’onore e l’onere dell’insegnamento della materia. La parte didattica sarà per intero dedicata ad alcuni degli aspetti più salienti della materia stessa, con SOS Geografia, con diversi dipartimenti scientifici e umanistici delle università di Genova e di Pisa, con il Museo della Geografia di Padova, che svolge numerosissime attività didattiche e formative di diversi livelli.

Tramite l’Associazione Italiana Insegnanti Geografia, AIIG, fin dalla seconda edizione partner del Festival e il Museo della Geografia dell’Università di Padova, e grazie alle università di Pisa e di Genova, l’inserimento dell’offerta formativa sulla Piattaforma SOFIA del MIUR consente ai docenti, per il secondo anno, di partecipare alla parte didattica ottenendo crediti formativi, quest’anno di 18 ore.

Pisa University Press, che gode di fama di ottimo produttore di libri e di ottimo distributore delle proprie pubblicazioni, ha deciso che le geografie e il Festival, meritassero una collana, il cui numero zero è stato composto con le relazioni del Festival 2021 e che verrà presentato in questa edizione 2022.

Nelle mattinate, con operatori locali sono a disposizione dei docenti e degli appassionati, escursioni in barca, in bici e a piedi.

Nelle serate un concerto e una cena a tema geografico.

Il secondo pomeriggio delle tre giornate sarà dedicato ad un laboratorio, avente a tema Levanto, al fine di costituire, insieme all’amministrazione e agli operatori turistici, la trama di un prossimo turismo nuovo, con fondamenti diversi dagli attuali, che sappia coniugare parametri nuovi: i relatori sono di eccezione, la responsabile marketing e promozione di Enit, l’Università La Sapienza e l’Università del Salento, il conduttore e inventore di Generazione bellezza e l’Università di Pisa.

Il primo pomeriggio sarà dedicato alla geopolitica, in particolare sull’Africa, continente prezioso, trattato come fosse un pezzo del Monopoli: una relazione sulla Libia, una su Africa e Turchia, una relazione storica su un esempio, italiano, di colonialismo non coloniale.

Stampa  Segnala ad un amico